1

traffico intra 5

VERBANIA - 18-09-2020 -- Perché gli asfalti

sulla statale e agli incroci principali non si fanno di notte? È questa, a Verbania, nel giorno in cui il traffico è collassato per i lavori in corso Mameli, la domanda che tutti si pongono. Lo fanno di rado con pacatezza perché, davvero, le lunghissime e (ai più) inaspettate code formatesi nella tarda mattinata di oggi hanno provocato reazioni imbufalite. Telefonate di protesta, sfoghi sui social network: chi è rimasto bloccato non le ha mandate a dire.

Che questo potesse essere l’epilogo di una stagione, quella del post-lockdown, di asfalti a Verbania, era facile prevederlo. Lo si era capito già il 9 luglio quando, al primo giorno di lavori di un piano da 200.000 euro, il cantiere di Fondotoce (Costa Azzurra) aveva creato disagi e code. Il motivo già allora era chiaro: i lavori di giorno anziché di notte (e la scarsa informazione preventiva), come sempre avvenuto negli anni passati a Verbania, quantomeno sulle principali strade e nelle rotonde. La situazione s’è ripetuta con i lavori alla rotonda del tribunale e, ora, con corso Mameli.

Ai disagi, oltre alle proteste, segue la polemica politica. Ad attaccare per prima l’Amministrazione è la civica di centrodestra “Insieme per Verbania”, che stigmatizza l’impegno del sindaco (“che fine ha fatto l’assessore ai Lavori pubblici?”) nel presentare il progetto di rifacimento di largo Mariani a Intra, nel momento in cui contemporaneamente, moltissimi cittadini e turisti, ancora una volta, erano in coda causa il cantiere per i lavori di asfaltatura in corso Mameli”. “Perché non sono stati realizzati di notte, come avviene, per le zone a traffico intenso, nei paesi civili?”.

Sembra di essere tornati al 2018 quando, in occasione del “Giro rosa”, Verbania rimase bloccata mezza giornata, anche allora con polemiche politiche annesse.

Tornando agli asfalti diurni, abbiamo chiesto ufficialmente al portavoce della giunta un chiarimento, di sindaco o assessore, sui motivi che hanno portato a scegliere, diversamente dal passato, di non tenere cantieri di notte. La risposta è: “non credo faremo dichiarazioni. Scalfi (Nicolò, l’assessore ai Lavori pubblici, ndr) ne ha già fatte nei giorni scorsi...”. Alcuna nota ufficiale dell'assessore, in queste settimane, è pervenuta alle redazioni dei media locali. 

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.