1

tribunale esterno 16 1

VERBANIA – 11.06.2018 – Nella casa-cucina

il coltello non era un’arma impropria. È stato lo stesso pubblico ministero Anna Maria Rossi a chiedere al giudice Annalisa Palomba l’assoluzione per il cittadino dell’ex Jugoslavia processato oggi a Verbania per il porto abusivo di un coltellaccio da cucina. L’attrezzo, quasi 25 centimetri di lunghezza –di cui 13 di lama– con un manico di legno color marrone, era stato rinvenuto dalla polizia municipale verbanese che il 16 dicembre del 2015 controllò un veicolo, una berlina giapponese, posteggiato in un’area di sosta di corso Cairoli, a Intra. Nel veicolo c’era il proprietario, lo slavo di mezza età che ai vigili spiegò che stava utilizzando il mezzo come casa e che era intento a cucinare. In effetti nell’abitacolo si percepiva odore di cibo in lavorazione, circostanza che non impedì ai vigili di denunciarlo per la violazione delle norme sul possesso delle armi. In particolare perché la legge prevede che sia reato portare “senza giustificato motivo (…), fuori della propria abitazione o delle appartenenze di essa, bastoni muniti di puntale acuminato, strumenti da punta o da taglio atti ad offendere, mazze, tubi, catene, fionde, bulloni, sfere metalliche, nonché qualsiasi altro strumento non considerato espressamente come arma da punta o da taglio, chiaramente utilizzabile, per le circostanze di tempo e di luogo, per l'offesa alla persona”.

Che il coltello rientrasse in questa categoria era fuor di dubbio. Ma, come sostenuto dall’accusa e come rimarcato dall’avvocato difensore, Livio Nicotera, c’erano sia il giustificato motivo, sia soprattutto il luogo di detenzione. In quel momento, infatti, l’auto era la casa dell’uomo, che per questo motivo è stato assolto perché il fatto non sussiste.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.