1

treni

VERBANIA – 08.06.2018 – “Ritardi, soppressioni, incertezza degli orari e inadeguatezza

di molti vagoni: la situazione del sistema ferroviario del Vco è grave, nei prossimi mesi ci batteremo perché la nostra non sia una delle tante province abbandonate a se stesse”.

Così, in una nota, il segretario dei Giovani democratici di Verbania, Mattia Nobili, annuncia azioni a tutela a favore di chi ogni giorno prende il treno per recarsi al lavoro o a studiare. Nel mirino finiscono, inevitabilmente, Trenitalia e Trenord. Lo stesso Nobili fa capire, attraverso esempi concreti, che cosa servirebbe a suo dire per migliorare la tratta Domo-Milano: “Bisognerebbe per esempio aggiungere un treno mattutino, nella fascia tra le 10,30 e le 11, che porta i viaggiatori alla stazione di Milano Centrale e anche un Milano-Domo attorno alle 11.30, perché quella che fa ritorno da Garibaldi effettua tutte le fermate e ha una durata troppo lunga”.

Anche le condizioni dei vagoni lascerebbero a desiderare: in estate, dice sempre il segretario dei giovani dem, l’aria è irrespirabile, mentre in inverno la temperatura è gelida e quando piove entra acqua negli scomparti. “Vogliamo ottenere degli sconti – propone Nobili – quando il servizio nel corso del mese supera una certa percentuale di ritardi, così come avviene ad Arona e creare un’accessibile via di comunicazione ferroviaria da Domo a Torino”. Nobili annuncia un dibattito pubblico sui trasporti che si terrà a Villadossola, nel corso della Festa dell’Unità, tra il 3 e il 16 agosto.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.