1

front cart

VERBANIA – 08.06.2018 – Il numero di frontalieri

impiegati in Ticino nel primo trimestre del 2018 è in lieve calo, sceso dello 0,9%. Stando agli ultimi dati divulgati dall’Ufficio federale di statistica, attualmente sono 63.958 le persone che ogni giorno (o quasi) varcano il confine di Stato per recarsi a lavorare: erano oltre 65 mila a metà dello scorso anno. Una parte di questi frontalieri –la quota preponderante è delle province di Varese e Como- provengono proprio dalla nostra provincia. In calo, peraltro, è la quota globale di lavoratori stranieri occupati nelle sette grandi regioni in cui è stata suddivisa, a fini statistici, la Confederazione.

Sempre dall’Ufficio federale statistica s’apprende anche che lo stipendio medio in Ticino è pari a 5.500 franchi (circa 4.750 euro), cifra che pone il Cantone all’ultimo posto nella graduatoria dei guadagni delle sette regioni.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.