1

incid trobaso morto

VERBANIA – 07.06.2018 – L’esame autoptico

è stato eseguito stamane e la salma è stata già restituita alla famiglia. Potrebbero tenersi già sabato i funerali di Francesco Antonio Pirro, il 27enne motociclista ossolano morto sabato sul rettilineo di via per Santino, a Trobaso. Oggi Attilio Rigotti, il medico legale dell’Asl Vco incaricato dal sostituto procuratore Laura Carrera di eseguire l’autopsia, ha portato a termine l’esame sul corpo, assistito dal dottor Michele Contaldo, consulente di parte nominato dall’automobilista coinvolta nel sinistro, che è indagata per omicidio stradale e che è difesa dall’avvocato Carlo Ruga Riva. Le conclusioni arriveranno nei prossimi giorni sul tavolo del pm, che è già in possesso della relazione tecnica della polizia municipale e che ha potuto acquisire l’altro ieri anche i filmati della telecamera di sorveglianza del distributore di fronte al quale s’è verificato il sinistro. Immagini che non sarebbero di alta qualità e che non fornirebbero ulteriori elementi rispetto a quelli già acquisiti.

Stando ai rilievi Pirro, che era in sella a un’Aprilia Shiver 750 diretto da Bieno a Fondotoce, in via per Santino, poco prima del benzinaio, s’è trovato di fronte alla Dahiatsu Materia condotta da una 48enne verbanese. Il centauro ha perso il controllo della moto, è caduto a terra e nell’impatto con l’asfalto ha perso la vita. La moto ha proseguito la sua marcia cozzando contro l’auto e fermandosi a bordo carreggiata.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.