1

vasco r to

TORINO – 05.06.2018 – Beffati dai bagarini

e dai truffatori on-line. Sono state decine, provenienti da tutta Italia, i fan di Vasco Rossi che nella due-giorni piemontese del cantautore di Zocca sono passati dall’attesa per il concerto-evento alla delusione per lo show (e i soldi) persi. Tra coloro che, sia venerdì, sia sabato, hanno fatto la coda allo stadio Olimpico di Torino per il concerto del Blasco, apertura del suo nuovo tour, c’erano infatti anche diverse persone che, convinte d’avere in mano un biglietto reale, hanno scoperto che era un “tarocco”. La truffa l’hanno subita on-line, acquistando su un sito creato per emulare quelli veri in cui si prenotano i tagliandi. Vivatickets.eu, che nel nome ricorda moltissimo vivaticket.it (unica piattaforma autorizzata alla vendita dei biglietti), era fasullo e chi aveva in mano l’e-mail ricevuta insieme al codice ottico Qr, doveva solo recarsi alle biglietterie Privateticket presenti nei dintorni dello stadio per accedere all’evento. Biglietterie, manco a dirlo, anch’esse fantasma.

La Guardia di finanza di Torino già venerdì e sabato ha raccolto sul posto diverse denunce e altre ne sono arrivate e ne stanno arrivando. Sul posto, inoltre, sono stati anche fermati 7 bagarini, tutti denunciati.

Le Fiamme Gialle nella due-giorni all’”Olimpico” hanno anche svolto servizi preventivi che hanno permesso di sequestrare circa 800 grammi di droga tra marijuana, hashish, cocaina, eroina e ketamina, e 300 spinelli già confezionati. Oltre 500 i soggetti assuntori di stupefacenti segnalati alla prefettura. Una quarantina i denunciati per la vendita di gadget contraffatti. I capi d’abbigliamento sequestrati sono stati 520.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.