1

tribunale10

VERBANIA – 30.05.2018 – È uscito di casa per portare

il cane a fare una passeggiata ed è finito sotto arresto. Più volte denunciato e arrestato, sottoposto a numerosi procedimenti penali soprattutto per furti con scasso, Erico Hans Rossi dal 15 aprile è agli arresti domiciliari. All’alba di quel giorno il 37enne fu sorpreso mentre cercava di forzare la porta di un ristorante-bistrot di Intra. Nel convalidarne l’arresto, il giudice Luigi Montefusco non l’aveva trattenuto in carcere. Da allora, però, l’obbligo di non lasciare l’abitazione del rione Sassonia in cui vive (salvo per necessità mediche autorizzate) non l’ha preso troppo seriamente. Il 20 maggio la polizia gli ha suonato al campanello e non l’ha trovato, avanzando una denuncia per evasione cui s’è accompagnata anche quella per uno scippo risalente a febbraio del quale la questura lo ritiene responsabile. Ieri Rossi c’è cascato di nuovo. Poco prima delle 20 un carabiniere l’ha avvistato nei pressi di un bar di piazza Mercato non distante dalla sua abitazione. Alle 21 la polizia l’ha trovato per strada, in stato di ubriachezza – agli agenti ha detto che era uscito per portare fuori il cane – e l’ha arrestato. Oggi Rossi è comparso di fronte al giudice Rosa Maria Fornelli per la convalida. Il pm Anna Maria Rossi, così come aveva fatto in occasione dello scorso arresto, ha chiesto oltre alla convalida l’applicazione della custodia cautelare in carcere visti i numerosi precedenti. Il giudice ha invece confermato i domiciliari ammonendo l’evaso che alla prossima evasione finirà nella casa circondariale.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.