1

tribunale esterno 16 2

VERBANIA – 30.05.2018 – Una pioggia di telefonate e messaggi,

incursioni sul posto di lavoro di lei, accuse di tradimento, insulti, minacce e scenate anche con i colleghi. Un’ossessione, una gelosia morbosa diventata stalking è ciò per cui un funzionario della prefettura di Verbania è stato condannato dal tribunale di Verbania a sei mesi (con i benefici di legge della sospensione della pena e della non menzione). La sentenza è stata pronunciata la scorsa settimana dal gup Elena Ceriotti, nel processo con rito abbreviato riferito agli episodi accaduti nell’estate del 2017. Vittima è la moglie -i due, che hanno figli, nel frattempo si sono separati- che, ritenendo irrecuperabile il rapporto che s’era deteriorato negli anni, s’era rivolta a un legale chiedendo la separazione. Questa decisione aveva scatenato le ossessioni del coniuge. Alle telefonate e ai ripetuti messaggi dai contenuti molesti, offensivi e minacciosi, s’erano aggiunti gli appostamenti. Lui, sospettando che la moglie avesse una relazione extraconiugale, la controllava sul luogo di lavoro (un edificio pubblico) e, nel tentativo di smascherarla, era arrivato a introdursi di soppiatto nel suo ufficio per poi aggredire fisicamente il vicino di scrivania.

Questo episodio eclatante è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Esasperata e preoccupata per la propria incolumità, la moglie ha sporto denuncia ottenendo un provvedimento restrittivo, il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie e dal collega di lei.

Nel procedimento penale avviato per atti persecutori (con l’aggravante dal vincolo del matrimonio tra l’imputato e la vittima) il funzionario prefettizio ha scelto il rito abbreviato, che c’è concluso con la condanna.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.