1

vedasco presepe arch

STRESA – 05.01.2018 – Quelli “veri”,

raccontati nei Vangeli, di strada ne fecero tanta e giunsero a destinazione senza intoppi, ma a Vedasco i Re Magi nel 2018 arriveranno… una settimana dopo. L’associazione “Vedasco, Re Magi e tradizione”, che da anni – l’evento s’avvicina al secolo di vita – nel giorno dell’Epifania celebra la liturgia cristiana con il presepe vivente, ha deciso di rinviare l’intero programma di sette giorni. Tutta colpa dell’atteso maltempo, che rovinerebbe l’allestimento del borgo stresiano, che per una volta all’anno si trasforma in un villaggio del passato, animato dagli antichi mestieri e dai figuranti. Il programma resta invariato, con l’inizio alle 11,30 e il pranzo a base di polenta, formaggi, tapelucco e trippa. La Natività sarà alle 15, con Re Erode e i Re Magi, dopo l’arrivo dei quali ci sarà la benedizione religiosa e la parte “profana” rappresentata dalla Befana. Confermate anche le navette con partenza dalle 11 dal piazzale antistante l’Imbarcadero di Stresa.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.