1

liceo vb

VERBANIA – 04.01.2018 – (ma.bo.) Il 12 gennaio il liceo classico

“Bonaventura Cavalieri” di Verbania si aprirà per mostrare al pubblico l'attualità del liceo classico e promuovere ad ampio raggio la cultura umanistica. Per il primo anno la scuola aderisce all'iniziativa della “Notte nazionale del liceo classico”. La preside Chiara Barbé, insieme a un gruppo di docenti, s’è cimentata nell'organizzazione dell'evento, che prenderà il via alle 18, in contemporanea in tutti gli istituti italiani aderenti, con una lettura comune tratta da un'opera di scrittore greco o latino. La “Notte” proporrà eventi, rappresentazioni teatrali performance. “È l'evento a oggi più adatto a valorizzare talenti e attività di docenti e studenti del liceo per eccellenza – spiega la preside – è un momento di apertura della scuola al territorio”.

Dopo la lettura comune, al “Cavalieri” si succederanno esibizioni musicali degli allievi che studiano al Conservatorio, declamazioni di brani classici nelle lingue originali, una lettura della "Primavera" del Botticelli a cura della classe IV A e la lettura scenica del Simposio di Platone a cura della classe III A. Per tutta la durata della manifestazione ci saranno la proiezione dello spettacolo del gruppo teatrale del Cavalieri "Go west" – riflessione sul tema dei migranti liberamente ispirata al viaggio di Enea da Troia alle coste del Lazio – e l'esposizione di alcuni lavori delle allieve del corso di disegno, organizzato dal liceo il giovedì pomeriggio. Il finale sarà con “Gustiamo l'antico": l'apericena a base di cibi ispirati alle ricette greche e romane, opportunamente rivisitate dalla classe II A e presentate da cartelloni con notizie e curiosità. La “Notte Nazionale del Liceo Classico”, gGiunta alla quarta edizione, è nata dalla passione per questo indirizzo di studi del professor Rocco Schembra, del liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale. Visto il successo della prima edizione è stata estesa a livello nazionale, coinvolgendo già dal primo anno circa 150 licei in tutt'Italia. “Lo scopo – dice l'insegnante Silvana Pirazzi – è di far capire che nei licei si favorisce lo sviluppo di intelligenze vivaci e creative importanti per il futuro della nostra nazione”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.