1

anfit filippine

STRESA – 02.01.2018 – Dal Lago Maggiore all’Oceano Indiano,

l’Isola Bella si “riproduce” e fa notizia. A Tangui, cittadina di 50.000 abitanti delle Filippine, si vivono gli ultimi giorni in cui è possibile visitare, a un emisfero di distanza, uno dei luoghi più caratteristici del Verbano. Nell’isola di Mindanao, infatti, in occasione della 25esima edizione del “Christmas symbol festival”, gli artigiani locali hanno ricostruito, adattandolo a scenografia natalizia illuminata, il “Teatro Massimo”, uno dei simboli del palazzo e dei giardini borromei. Quando nel ‘600 la famiglia Borromeo iniziò a progettare la conversione di quello che era uno scoglio di pescatori in una dimora signorile, sposarono l’idea che l’isola sarebbe stata sagomata come una nave, sulla cui tolda di comando – il punto più alto – sarebbe stato realizzato un anfiteatro. Era – ed è tuttoggi – il “Teatro Massimo”, sovrapposizione piramidale  di tre esedre arricchite da nicchie, statue e obelischi che conducono alla terrazza superiore, il punto più panoramico di tutto il lago. L’anfiteatro è visitato ogni anno da decine di migliaia di turisti e nel tempo è stato immortalato – dipinto o fotografato – e riprodotto in tutto il mondo, ispirando anche gli artigiani filippini, che sotto Natale da un quarto di secolo si sono inventati questo festival internazionale che riproduce i più importanti monumenti del mondo in una gara che decreta vincitore l’allestimento più originale e che è anche diventata un’attrazione turistica. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.