1

bancomat generico

LUINO – 27.12.2017 – Aveva saputo che sarebbe stato licenziato 

e la “buonuscita” se l’è ricavata da solo, sottraendo grazie a un complice 20.000 euro dal conto corrente dell’azienda ticinese che gli aveva affidato il bancomat. Un frontaliere residente nel Luinese e un conoscente di nazionalità albanese sono stati denunciati dalla polizia di frontiera per appropriazione indebita e simulazione di reato. Il raggiro è stato portato a termine con 35 prelievi da 500 euro l’uno effettuati a uno sportello bancomat di Luino tra giugno e luglio scorso. Il complice ha utilizzato la carta consegnatagli dal frontaliere, che l’aveva in uso per i pagamenti dei dazi doganali e della quale aveva denunciato il furto per distogliere i sospetti da lui. Ma le indagini della polizia hanno svelato il piano, portando a una doppia denuncia: per il denaro sottratto e per la simulazione del reato, cioè la denuncia del furto del bancomat mai avvenuto.  

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.