1

piralla luciano

MERGOZZO – 25.12.2017 – Gli Alpini, la Protezione civile,

il Soccorso alpino e tanti amministratori con cui ha condiviso un’intera stagione politica. Non è stato solo quello della “sua” comunità, quello di Mergozzo, l’ultimo saluto a Luciano Piralla. Alle esequie dell’ex sindaco che per dieci anni in tre lustri ha rappresentato il paese, vicine al cordoglio dei familiari ieri c’erano tante persone che ne hanno apprezzato le doti umane, l’impegno e la passione, anche in politica.

Stroncato da un collasso venerdì sera, Luciano ha compiuto il suo ultimo viaggio terreno alla vigilia del Natale, la festa cristiana della Natività e della rinascita, un valore che ha sottolineato nell’omelia don Adriano Miazza. “Ho conosciuto Luciano in questi ultimi anni, lo stimavo e ho compreso appieno quanto fosse ben voluto in queste ore”, ha detto ricordandone il profondo attaccamento alla famiglia – in particolare al nipotino Paolo – e quello alla sua comunità con un aneddoto: “mi raccontò che una sera andò a cena con alcuni amici. Non s’accorse che l’ora si faceva tarda e quando uscì era quasi mattina. Non voleva rincasare disturbando Bianca (sua moglie, ndr) e così aspetto su una panchina del lungolago. Quando un signore lo vide gli chiese se, come sindaco, era già attivo così presto e lui rispose di sì…”.

L’ultimo saluto è stato sulle note del “Signore delle cime” e dopo la lettura della preghiera dell’Alpino. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.