1

marchionini caruso archetti

VERBANIA – 23.12.2017 – I lavori inizieranno a gennaio

e la Casa della salute di Verbania aprirà entro febbraio. È questo l’annuncio con cui ieri s’è aperto l’incontro prenatalizio tra il direttore generale dell’Asl Vco Giovanni Caruso, il personale dell’ospedale “Castelli” di Verbania e gli amministratori locali. La struttura, che sarà collocata al piano terra del distretto Asl di Sant’Anna, è uno degli strumenti con i quali il territorio guarda al futuro dei servizi sanitari locali anche nell’ottica della dismissione del nosocomio di Pallanza. Quando (e se) l’ospedale unico provinciale di Ornavasso collina sarà terminato, è infatti previsto che il “Castelli” e il “San Biagio” cessino la propria attività. Per allora sarà sicuramente funzionante la Casa della salute che, sulla scorta di quella di Cannobio, è un centro di aggregazione di medici e infermieri per diagnosi e servizi ambulatoriali “soprattutto nella cura dei pazienti cronici”, ha spiegato Caruso. “I lavori inizieranno a gennaio”, ha annunciato il sindaco di Verbania Silvia Marchionini che ha ribadito la necessità, nel periodo “che sarà lungo” che precede il nuovo ospedale, di “rafforzare i servizi territoriali”.

“La nostra Asl ha già attivato altri servizi speciali – ha detto Caruso – come la radiologia a domicilio, esami e referti che in casi particolari vengono effettuati a casa; abbiamo potenziato l’assistenza domiciliare; e prestato attenzione agli anziani over 65”.

In attesa della Casa della salute, le priorità resta il Castelli “su cui continuiamo a investire – ha ribadito il direttore generale –: presto inaugureremo le rinnovate Rianimazione e Unità di terapia intensiva coronarica e stiamo cercando i fondi per terminare le migliorie al reparto Dialisi”.

Esistono tuttavia alcune criticità, dovute alla mancanza di personale, che sono irrisolte e che si spera che nel 2018 migliorino con nuove assunzioni. “Ci mancano medici pediatrici, ma perché non li troviamo – ha concluso –. E siamo in grande sofferenza con i Dea, che hanno beneficiato dell’impegno e dell’abnegazione dei colleghi di altri reparti”.

All’incontro ha partecipato anche Giacomo Archetti, sindaco di Vignone, eletto da poco membro della rappresentanza dei sindaci dell’Asl Vco.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.