1

tribunale 17

VERBANIA – 18.12.2017 – Una banda con più “batterie”

di ladri che agiva in tutto il nordovest Italia. Furono i carabinieri del Nucleo investigativo di Verbania a smantellare, la scorsa estate, un gruppo di albanesi in capo al quale erano stati ricondotti dagli investigatori 52 colpi in quattordici mesi (tra il 2016 e il 2017) con un bottino di circa mezzo milione di euro, numerosi anche nel Verbano Cusio Ossola: a Pieve Vergonte, San Bernardino Verbano, Stresa, Mergozzo, Belgirate, Anzola d’Ossola e Baveno. In quest’ultima località i militari scovarono la traccia che ha permesso di ricostruire la rete del gruppo, la cui base operativa era la Brianza. Oggi al tribunale di Verbania s’è aperto il processo a carico di sei di loro, accusati a vario titolo di 37 tra tentati furti e furti. In due hanno patteggiato. Klaidi Lleshaj, tuttora detenuto e oggi presente in aula, ha aggiunto gli episodi contestati dalla Procura di Verbania a quelli commessi altrove e per i quali ha già concordato una pena che, con la continuazione, è salita a 2 anni e 6 mesi. Ilir Ndrejaj ha patteggiato 11 mesi. Dorjan Marku ha chiesto la messa alla prova e i lavori socialmente utili per estinguere il reato e la sua posizione sarà discussa il 21 giugno. Saranno giudicati il 28 febbraio, di fronte a un nuovo magistrato, Nikoll Lala, Aurel Deda, Xhentil Margjeci. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.