1

emodinamica

VERBANIA – 18.12.2017 – L’emodinamica va verso l’autosufficienza.

Sono in crescita i numeri della struttura che, inserita nella Cardiologia domese, permette di curare e intervenire nei problemi cardiovascolari dovuti a patologie della circolazione sanguigna. Nei quattro anni trascorsi dall’insediamento all’ospedale “San Biagio” s’è passati da 1 a 677 interventi (il 2017 viaggia verso una proiezione superiore a 750), trattenendo nel Vco un numero sempre maggiore di pazienti che in precedenza erano curati altrove, prevalentemente in altri ospedali piemontesi (l’82,6% nel 2013, il 19,4% nel primo semestre 2017), ma anche fuori Regione (dal 17,3% al 17%). Quest’ultima voce è quella della cosiddetta mobilità passiva, cioè la perdita economica per il sistema sanitario regionale, costretto a pagare per le prestazioni erogate al di fuori del Piemonte. Le accresciute prestazioni, pur non riducendo quest’ultimo dato, hanno migliorato i conti dell’Asl Vco, che in quattro anni ha risparmiato 3,3 milioni.

La crescita è dovuta anche all’ampliamento dell’attività, che da 2 è passata a 3 giorni la settimana nel 2015 e che dallo scorso 2 novembre è diventata di 5 giorni la settimana. L’obiettivo è quello di far sì che l’Emodinamica sia in funzione sette giorni su sette e a disposizione h24 per interventi ed esami di routine ma anche per le emergenze.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.