1

prost night

BELLINZONA – 05.12.2017 – La prostituzione in Svizzera

è legale, ma nei due locali controllati dalla polizia cantonale in regola c’era ben poco. Una raffica di denunce sono partite dopo il blitz effettuato ieri sera in due night club del Bellinzonese. In un primo esercizio, su dodici donne che “esercitavano” il mestiere più antico del mondo (otto brasiliane, due italiane, una romena e una marocchina) solo una era autorizzata. Delle altre, dieci erano anche prive del permesso di soggiorno sul territorio elvetico. Sono state tutte denunciate per esercizio illecito della prostituzione, attività lucrativa senza autorizzazione e per soggiorno illegale. Denunciati anche i due svizzeri, uno di 81 anni e uno di 55, che gestivano il night club e ai quali vengono contestati gravi reati: usura, amministrazione infedele, esercizio illecito della prostituzione, promovimento della prostituzione, frode fiscale e evasione fiscale. Le stesse accuse – in aggiunta a disobbedienza a decisioni dell’autorità – sono mosse anche al 55enne di origine croata titolare di un altro locale della zona, anch’esso controllato ieri, nel quale le sette donne impiegate (quattro brasiliane, due marocchine e una cubana) non avevano i documenti in regola; sei anche riguardo il soggiorno. Entrambi i night club sono stati chiusi.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.