1

incendio roxy stresa

STRESA – 05.12.2017 – Ci sarebbero un battibecco 

e futili motivi dietro l’incendio doloso appiccato nella notte tra il 5 e il 6 settembre al Roxy Bar di Stresa. Due mesi e mezzo di indagini hanno condotto i carabinieri della locale stazione sulle tracce di tre persone che sono state denunciate per concorso in danneggiamento e incendio doloso. Si tratta del mandante, un cittadino italiano, e di due complici – un ecuadoregno e un italiano – ritenuti gli autori materiali del rogo.

Poco prima delle 3 del 6 settembre, giorno di chiusura del locale situato in via Anna Maria Bolongaro, in centro, i residenti udirono due forti esplosioni. Erano scoppiati i due inneschi artigianali che ignoti, dopo essersi introdotti forzando la porta del locale, avevano sistemato, uno in mezzo alla sala bar, l’altro vicino al bancone. Al momento dell’esplosione nessuno si trovava in zona. Non vi furono feriti e l’incendio venne contenuto grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco. L’indomani gli uomini della stazione al comando del luogotenente James Lui, Radiomobile e Scientifica avviarono le indagini che si sono concluse con tre denunce. Pare che il motivo di astio verso i proprietari, origine della vendetta, sia da ricercare in una discussione verbale.  

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.