1

sinti sequestro polizia

VERBANIA – 05.12.2017 – Una fuga da film

tra due province e per 30 chilometri con tutta la polizia alle calcagna. È iniziato a Fondotoce ed è finito a Briga Novarese l’inseguimento che sabato ha visto protagonisti due uomini di etnia sinti residenti nell’Astigiano che, ignorando l’alt di una Volante, hanno cercato di darsi la fuga. A bordo di un’utilitaria i due – 50 anni il guidatore, 23 il passeggero – hanno dato l’impressione di assecondare i poliziotti che alle porte di Verbania s’apprestavano a un normale controllo stradale. L’autista ha accostato e atteso che gli agenti gli si avvicinassero al finestrino. È a quel punto che ha dato gas e s’è diretto come un fulmine verso sud. Gli uomini della Volante, risaliti a bordo, hanno provato a colmare la distanza, ma si sono guardati bene dall’imitare le manovre spericolate dei due fuggitivi, che impazzavano nell’intenso traffico del sabato. È così scattata la ricerca di massa da parte di tute le forze dell’ordine, che s’è conclusa solo a Briga, sulla strada che porta a Borgomanero. Una volta fermato il veicolo, la scoperta. All’interno, in vani segreti posti sotto il cambio e nell’imbottitura del sedile, c’era un ampio kit di attrezzi da scasso: smerigliatrice a dischi, cacciaviti di grandi dimensioni, spray urticante, guanti in nylon, radio ricetrasmittenti, prolunghe elettriche, sacche di tela e grimaldelli.

I due, pregiudicati per furto in appartamento e rapina, sono stati denunciati per Resistenza e per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. L’auto è stata sequestrata. Procede la Procura di Novara, nel cui territorio sono stati fermati. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.