1

smartphone
VERBANIA – 05.03.2015 – Truffa e ricettazione. Qquesti i reati ipotizzati per dieci persone individuate dai carabinieri della Compagnia di Verbania.

Quasi un anno fa in un negozio di telefonia di Gravellona Toce un imprenditore cusiano acquistò a nome dell’azienda nove costosi smartphone e tablet (6.000 euro il valore), concordando pagamenti dilazionati. Non vedendo arrivare i bonifici la titolare lo ricontattò e, parlando col fratello, ottenne rassicurazioni verbali e un assegno d’anticipo, poi risultato scoperto per parte della somma.

Da qui la denuncia ai carabinieri di Gravellona Toce e l’inchiesta della Compagnia, che ha permesso non solo di rintracciare i due imprenditori – accusati di truffa – ma anche le otto persone in possesso degli apparecchi sottratti. Nei loro confronti si procede per ricettazione. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.