1

toc 2015
COSSOGNO – 27.12.2016 – Sono il maresciallo

dei carabinieri Guido Marchionini e il gruppo degli “Amici dell’alpe Nolezzo” i destinatari del Toc d’argento di Cossogno, benemerenza che affonda le sue radici nel Medioevo e che ricorda il pezzo di pane benedetto – il toc, appunto – che viene consegnato ogni anno in occasione di Santo Stefano. Ieri la tradizione s’è ripetuta ancora una volta nella chiesa di San Brizio e il sindaco del paese, Doriano Camossi, ha annunciato le benemerenze che saranno consegnate nel mese di febbraio in un’apposita cerimonia.

Marchionini, maresciallo in servizio al Nucleo investigativo del comando provinciale di Verbania, è stato premiato perché, “mantenendo sempre saldo il legame con il territorio, contribuiva ad accrescere la fiducia della popolazione nelle istituzioni, ampliando la percezione di sicurezza per la comunità di Cossogno” ma anche per il contributo offerto alla comunità durante eventi e iniziative del paese.

Agli “Amici dell’Alpe Nolezzo” viene riconosciuto il lavoro di tutela e salvaguardia del territorio: “da anni mantengono praticabili i sentieri che da Cossogno vanno verso Nolezzo (…) e organizzano ogni anno, nei primi giorni di agosto, la festa dell’alpeggio e una celebrazione religiosa, mantenendo nel tempo le tradizioni locali che altrimenti andrebbero disperse”, si legge nella motivazione che ricorda anche lo sforzo nell’aver “ristrutturato un certo numero di baite che altrimenti sarebbero andate distrutte”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.