1

locatelli umberto
VERBANIA – 26.12.2016 – Un cauto ottimismo,

“pragmatico” come lo definisce il presidente Umberto Locatelli (nella foto). Così il presidente dell’Unione industriali del Vco commenta le previsioni per il primo trimestre del 2017 contenute nell’indagine congiunturale condotta intervistando gli imprenditori del Vco. Imprenditori che pensano di inaugurare il nuovo anno con un aumento della produzione pari al 7,4%, che si aggiunge al 2,8% di fine 2016. Se nell’ultima rilevazione gli industriali pensavano di ridurre il personale, ora sono più convinti (il saldo ottimisti e pessimisti passa da -5,8% a +11,1%) che ricorreranno a manodopera in più e a meno cassa integrazione. Pesano, in negativo, la continua riduzione del credito. Le banche, che sono in forte sofferenza, faticano a prestare soldi agli imprenditori, al punto che – anche per questo motivo – il 44,4% di quelli del Vco pensa di non investire nella propria azienda nonostante il governo abbia introdotto una fiscalità di favore per i super-ammortamenti. Migliorano, ma restano negativi, i dati degli ordinativi (-7,4%).

Sul fronte locale, l’Unione industriale è impegnata in un progetto per migliorare l’informatizzazione e le reti d’accesso ai dati e prevede di avere un “ruolo attivo di supporto al sistema ‘turismo combinato laghi-monti’, con attenzione particolare agli aspetti legati alle norme regionali, agli incentivi pubblici e marketing associativi”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.