1

produfgi arizzano due
VERBANIA – 24.12.2016 – Scarcerati, espulsi

e allontanati. Dopo aver trascorso un mese nella casa circondariale di Pallanza, ieri i quattro profughi che il 18 novembre provocarono una sommossa nel centro d’accoglienza di Arizzano, tentando di rapinare un’operatrice e ferendo 7 rappresentanti delle forze dell’ordine intervenuti per riportare la calma, hanno lasciato il carcere. Così ha deciso il Tribunale del Riesame di Torino per I maliani Segandi Dembelè (23 anni) e Mohamed Dembelè (24) e i senegalesi Mamady Kante (29) e Lassana Konte (21), ai quali è stato anche vietato di dimorare nel Verbano Cusio Ossola. Accompagnati nella questura di Verbania, hanno ricevuto dai funzionari dell’Ufficio immigrazione l’ordine di abbandonare il suolo italiano entro 7 giorni perché gli è stato revocato il permesso di soggiorno provvisorio per richiedenti asilo (uno dei motivi della protesta era l’esito negativo dell’iter per il riconoscimento di profugo). Sono quindi stati accompagnati alla stazione di Fondotoce e fatti salire sul primo treno in partenza. Teoricamente sono obbligati a tornare in Mali e Senegal, ma nessuna autorità procederà con il rimpatrio coattivo. Se tra sei giorni saranno ancora in Italia verranno considerati a tutti gli effetti irregolari.  

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.