1

aula a tribunale vb
VERBANIA – 15.12.2015 – È stato condannato a due anni

l’autista del bus che il 5 dicembre 2013 rimase incastrato tra le sbarre del passaggio a livello di Ornavasso provocando lo scontro con un treno merci di passaggio. Marco Passerini, 53 anni, quel giorno era il conduttore di uno dei tre pullman con i quali l’azienda varesina Beltramini e Gianoli, con sede a Golasecca, aveva accompagnato una comitiva di studenti alla Grotta di Babbo Natale. Erano circa le 17 quando i torpedoni, al momento vuoti, attraversarono la strada in corrispondenza dell’incrocio con la linea ferrata Domodossola-Novara. Quello al cui volante c’era Passerini rimase bloccato tra le sbarre del passaggio a livello e fu centrato dal convoglio, proveniente a circa 80-90 km/h. L’autista era fuggito, scampando al disastro, ma i pezzi volarono in aria e uno colpì un pensionato ornavassese che accorse per prestare soccorso, il quale riportò danni guaribili in 60 giorni e che per questo è stato liquidato dall’assicurazione e non s’è costituito parte civile nel processo conclusosi oggi. Ferita lievemente anche una donna di passaggio e feriti i due macchinisti. Di fronte al collegio di giudici presieduto da Luigi Montefusco e composto da Rosa Maria Fornelli e Raffaella Zappatini, Passerini doveva rispondere di disastro ferroviario. Per l’accusa sostenuta dal pm Laura Carrera l’autista tenne un comportamento negligente attraversando la strada nonostante lampeggiasse già il segnale (con avvisatore acustico) che precede l’abbassamento delle sbarre e abbandonando il veicolo senza cercare di evitare la collisione. La difesa degli avvocati Maurizio Antoniazzi e Michela Lazzari ha insistito sulla mancanza delle prove, contestando che alla simulazione effettuata da Rfi non furono convocati e che non si può accogliere una relazione di parte – quella delle Ferrovie – come se avesse il valore di una perizia terza. I giudici hanno accolto le richieste dell'accsa pronunciando una senenza di condanna a due anni.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.