1

semaforocode
CANNOBIO – 25.03.2015 – Un po’ di pace, almeno a Pasqua.

Da mesi l’alto Verbano vive nell’emergenza viabilistica. La lunga chiusura della statale 34 per la frana di Cannero ma anche diversi cantieri dell’Anas rendono l’ultimo tratto italiano dell’arteria, da Verbania a Piaggio Valmara, un vero e proprio percorso a ostacoli. In questi giorni sono tre i punti di interruzione. Gli operai sono al lavoro tra Verbania e Ghiffa, in località Sasso, dove il cantiere obbliga le auto a transitare a senso unico alternato, regolato da semaforo.

Stesse condizioni a Cannobio, dove il traffico rallenta a Carmine inferiore e in località punta Poncetta.

I disagi pesano ma la prossima settimana diventeranno più che un problema perché la 34 sarà invasa dai turisti, soprattutto svizzeri e tedeschi, del lungo ponte pasquale.

Per contenere l’emergenza, il sindaco Giandomenico Albertella ha chiesto all’Anas e alla ditta che si occupa della messa in sicurezza della statale di sospendere temporaneamente i lavori. La richiesta è stata accordata e così da giovedì santo al mercoledì successivo la strada a Carmine inferiore sarà del tutto sgombra e pienamente percorribile. Più difficoltosa la rimozione del cantiere alla punta Poncetta. Pur garantendo che i mezzi resteranno fermi, non sarà possibile riattivare il doppio senso di circolazione. C’è tuttavia l’impegno di polizia municipale e dei volontari della protezione civile a sostituire, almeno di giorno (dalle 10 alle 18) il semaforo regolando il traffico manualmente.

Per la prossima settimana, infine, dovrebbero concludersi definitivamente i lavori al Sasso. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.