1

App Store Play Store Huawei Store

ganna crono

VERBANIA - 28-07-2021 -- Giù dal podio, fuori dalle medaglie per meno di due secondi. È una delusione l’esordio olimpico del ciclista di Vignone Filippo Ganna che, impegnato nella doppia sfida strada/pista, era oggi tra gli attesi protagonisti dell’ultima delle prove su strada. Nella cronometro individuale di cui è campione del mondo in carica, l’azzurro ha chiuso al quinto posto, lontano dal dominatore della prova, lo sloveno Primoz Roglic, ma vicinissimo ai suoi più diretti avversari.

Ganna ha chiuso i due giri del circuito a cinque cerchi (44,2 chilometri molto movimentati con alcuni tratti di salita vera) col tempo di 56’09”.93. Non avrebbe in alcun modo potuto impensierire Roglic, che ha fatto storia a sé distanziando tutti di oltre un minuto. Ma avrebbe potuto prendersi il bronzo andato all’australiano Rohan Dennis se fosse sceso di 1”.84 e, addirittura, l’argento finito al collo dell’olandese Tom Dumoulin, che l’ha preceduto di 3”.45. Ganna è calato alla distanza di quel poco che ha permesso agli altri di sopravanzarlo, compreso lo svizzero Stefan Kueng, quarto al traguardo.

C’era molta attesa per la prestazione del ciclista di Vignone che, già alla vigilia, aveva sottolineato le difficoltà -anche di preparazione- del doppio impegno. Ganna, che è anche pluricampione mondiale dell’inseguimento individuale, è uno dei pilastri del quartetto azzurro dell’inseguimento che dal fine settimana andrà alla ricerca di una medaglia. Sarà la sua seconda occasione a cinque cerchi nella seconda edizione cui prende parte dopo quella di Rio de Janeiro 2016.

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.