1

App Store Play Store Huawei Store

risto chiusi

BELLINZONA - 20-02-2021 -- Fa discutere oltreconfine il lockdown prolungato dei locali pubblici. In settimana il governo federale, che ha registrato il rallentamento ella curva epidemica, ha annunciato il graduale ritorno alla normalità, con una prima apertura -fissata al 1° marzo- che interesserà negozi, musei, biblioteche e tutti gli impianti per lo sport e per lo svago che sono all’aperto. Tornerà la possibilità di tenere manifestazioni private en-plen-air con un limite massimo di 15 partecipanti e per i minorenni saranno di nuovo possibili le attività sportive e quelle culturali. Non ci sarà, invece, nessuna riapertura per bar e ristoranti. Per la ristorazione – hanno annunciato a Berna – se ne riparlerà più avanti, una decisione che agli operatori economici del settore non basta.

Oggi Gastroticino, l’associazione che li rappresenta, ha scritto al Consiglio di Stato chiedendo che solleciti al governo federale la riapertura delle attività già a partire dal 15 marzo, in modo da salvare la stagione con i clienti della Pasqua. Gastroticino denuncia la grave crisi in cui si dibattono le aziende della ristorazione e dell’hotellerie, che rischiano di chiudere.

La partita del pacchetto delle riaperture si giocherà in settimana a Berna, ma solo dopo che ci sarà stata una consultazione con le singole realtà cantonali.

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.