1

garib 4

VERBANIA - 15-10-2020 -- Per la demolizione si attendono

Telecom ed Enel, ma intanto il progetto di recupero avanza. Avevamo scritto, nelle scorse settimane, del degrado e della variante di piano relative all’edificio che, in fondo a corso Garibaldi a Intra, s’affaccia su piazza Matteotti e che, abbandonato dagli anni ‘90, cade a pezzi.

Necessaria la precisazione che, con la variante, il Comune ha ridotto la perimetrazione del comparto d'intervento esclusivamente alla proprietà in questione stralciando dalla precedente previsione urbanistica le proprietà limitrofe, eliminando cosi il vincolo che imponeva la ristrutturazione congiunta di altre proprietà; nessun ampliamento in deroga è stato concesso.

In questi giorni abbiamo incontrato il progettista e il rappresentante della proprietà, che sono stati attivi in questi mesi, e visionato le bozze del progetto del complesso che si chiamerà “Villa Verbania”.

Gli elaborati, già consegnati al Comune, attendono gli ultimi passaggi burocratici prima del via libera. Si tratta di un progetto che, sul piano architettonico, è fedele alle linee degli edifici del centro storico, sia nelle proporzioni, sia nell’impiego dei materiali, ma che ha elementi di novità per Verbania. A iniziare dalla collocazione ai piani dei box auto, nella concezione che ogni unità immobiliare è, pur essendo in centro, una villetta a se stante. Nelle prossime settimane pubblicheremo alcuni estratti del progetto.

Intanto si attende che i gestori dei servizi di telefonia e di erogazione della corrente elettrica intervengano per spostare i cavi che poggiano sulle facciate e le relative cabine. È una circostanza indispensabile per poter demolire l’esistente, come previsto anche dalle ordinanze del Comune, ma che tarda a verificarsi nonostante ripetuti solleciti.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.