1

cota roberto
Domani cominciano le scuole.
Quest’anno il debutto è carico di incertezze e polemiche. Da mesi, infatti, non si sentono che battibecchi sulle procedure di accesso e sulla modalità di presenza degli studenti in aula. Questo dibattito evidenzia una certa tendenza alla complicazione: banchi con le rotelle, autocertificazioni, misurazione della febbre, accessi scaglionati e diversificati: chi più ne ha più ne metta. Basterebbe dire: mettetevi la mascherina e rispettate le regole sul distanziamento sociale finché c’è il virus. Oltre al Covid, c’è poi l’eterno problema della nomina degli insegnati precari. Anche quest’anno irrisolto. Insomma, la situazione si preannuncia caotica. Eppure, la nostra scuola non va proprio male, anzi. Nonostante le stravaganze dei politici. Il merito è di dirigenti scolastici, insegnati ed alunni. Soprattutto a loro, buon anno scolastico.
Buona domenica e buona settimana
Roberto Cota
 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.