1

gdp esterno verbania

VERBANIA - 12-09-2020 -- La sanzione amministrativa

comminata per aver lasciato libero il cane è stata annullata, ma il proprietario dell’animale è a processo per lesioni colpose. Sono passati quasi sei anni dal San Silvestro in cui, dopo aver scelto di attendere -in montagna e sulle nevi ossolane- le ultime ore del 2014, una giovane del Verbano ebbe una disavventura… canina. Dopo aver pranzato nel ristorante vicino alle piste da sci, in attesa che gli altri componenti del gruppo giunti alla spicciolata a tavola terminassero il pasto, decise, insieme a un’amica e con l’assistenza della sorella, di scattare alcune foto ricordo di quel Capodanno. In particolare vollero immortalarsi mentre saltavano. Organizzarono lo scatto all’esterno della locanda ma, nel momento in cui s’alzarono da terra, la giovane subì l’aggressione del cane del proprietario, che la morse al fianco. Le mascelle dell’animale domestico lacerarono la tuta da sci e provocarono una leggera ferita che, l’indomani, fu medicata al Dea di Domodossola e giudicata guaribile in 5 giorni.

Nell’immediato la ragazza, spaventata e scossa, fu soccorsa dagli amici e, lamentandosi del mancato intervento del titolare del locale e proprietario dell’animale, successivamente sporse denuncia per lesioni colpose, reato per il quale il ristoratore è a processo davanti al giudice di pace di Verbania. Nell’udienza di ieri sono stati sentiti tre testimoni che hanno ricostruito l’accaduto. Ne mancava un quarto, che verrà ascoltato il 24 novembre, quando il procedimento si concluderà. Secondo la difesa, che punta sulla sentenza che ha annullato la multa, l’aggressione non fu colpa del proprietario dell’animale, poiché la giovane l’aveva portato fuori per giocare, circostanza da lei smentita.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.