1

seggio e

VERBANIA - 07-09-2020 -- Mai più seggi elettorali

nelle scuole. A chiedere al sindaco Silvia Marchionini, “in accordo col prefetto”, uno sforzo da “realizzare, una volta e per sempre”, affinché le operazioni di voto non incidano più sulla vita di docenti e studenti, è Verbania civica. Il movimento che raduna, attorno al consigliere comunale ed ex assessore Laura Sau alcuni membri civici della maggioranza di centrosinistra, prende spunto dall’emergenza Covid-19. Chiuse da fine febbraio, le scuole che stanno per riaprire (lunedì prossimo), dopo solo una settimana di lezioni dovranno lasciare spazio alle consultazioni referendarie. “La nostra amministrazione – afferma Verbania civica - si è sempre contraddistinta per l'attenzione al mondo della scuola, con attenzione anche alla qualità degli edifici scolastici. Chiediamo al sindaco uno sforzo organizzativo per riportare la scuola al centro dell'attenzione della comunità, alleggerendola da compiti che non le sono propri. Crediamo così di venir incontro alle necessità delle famiglie degli scolari delle scuole interessate”.

Le 30 sezioni elettorali di Verbania sono dislocate in 12 edifici, tutti di proprietà comunale. La stragrande maggioranza sono scuole: le elementari Cantelli e Tommassetti a Intra, Peron e Guglielmazzi a Pallanza, Tozzi a Suna, Bachelet a Trobaso; e alcune aule dell’istituto superiore “Cobianchi”.

 

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.