1

ragozza lions

VERBANIA – 22.04.2019 – La conservazione e la valorizzazione

della memoria storica di una comunità. È un po’ questo il filo conduttore che lega l’ultima cena conviviale del Lions Verbania e il progetto che il club di service sta finanziando in collaborazione con il Museo del Psaggio. Nei giorni scorsi ospite del meeting che s’è tenuto all’hotel Serenella di Feriolo è stato il professor Pier Antonio Ragozza, docente, preside del liceo “Spezia” di Domodosola ma anche appassionato di storia locale e autore di diversi saggi. Il suo intervento s’è concentrato sulle guerre d’indipendenza combattute a fine ‘800 sul Lago Maggiore, linea di confine tra il Regno di Sanrdegna e il Regno Lombardo-Veneto sotto dominazione austriaca. In particolare sul ruolo della Guardia nazionale che, composta da civili, sopperiva alla mancanza di milizie difendendo le città e le popolazioni dalle offensive via lago di battelli e cannoniere austriache. Un immagine della Guardia nazionale è arrivata sino ai giorni nostri grazie a un’opera del pittore Luigi Litta, che appartiene al patrimonio del Museo del Paesaggio e che è in fase di restauro proprio grazie ai contributi raccolti dai Lions verbanesi.

All’incontro, ospiti del presidente Gian Alberto Micotti, erano presenti gli officier distrettuali Marina Federici, Marco Coppi (del Gruppo Sciatori ciechi), Giulio Gasparini (presidente del Libro parlato).

Al termine della serata sono state distribuite da Raffaele Lanteri, presidente del Leo club Verbania, le uova di Pasqua vendute per raccogliere fondi per School 4U, tema operativo nazionale finalizzato a sostenere la crescita e l'istruzione dei bambini dai 5 agli 11 anni donando a strutture scolastiche attrezzature per laboratori creativi, tecnologici e sportivi.

Nella foto, da sinistra: Ragozza e Micotti.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.