1

cota roberto

Pubblichiamo oggi

per la prima volta un intervento-editoriale dell’ex governatore del Piemonte Roberto Cota, che curerà per Vco24 una rubrica domenicale di riflessioni sull’attualità e sulla società inquadrate dal punto di vista di chi ha avuto incarichi di governo e che oggi è fuori dalla politica.

---

L’arresto di Assange non é stato una bella pagina. Vedere un uomo di meno di cinquanta anni incapace di reggersi in piedi lascia perplessi. Innanzitutto, ci fa riflettere sul fatto che sarebbe stato per lui meglio vivere in una prigione piuttosto che nell’ambasciata dell’Ecuador. Lo stato centroamericano, prima ha fatto credere di proteggerlo, poi lo ha tenuto come un topo in gabbia vietando le visite ed i contatti con l’esterno. infine, lo ha letteralmente venduto (anche questo contribuisce ad alimentare i contorni poco chiari della spy story). Assange non ha ucciso nessuno, anche se le sue azioni sono state discutibili e probabilmente da sanzionare. La caccia all’uomo nei suoi confronti che da anni è in atto é sproporzionata,soprattutto se rapportata alla protezione internazionale di cui ancora godono certi terroristi.
Buona settimana.

Roberto Cota

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.