1

comune

VERBANIA - 17.03.2019 - Le minoranze

contro la propaganda "istituzionale" del sindaco. La decisione dell'Amministrazione verbanese retta da Silvia Marchionini di commissionare, per la relazione di fine mandato (un adempimento amministrativo obbligatorio) e al costo di oltre 4.000 euro, 5.000 brochure e un video, è fortemente criticata dal Movimento 5 Stelle e dal movimento "Una Verbania possibile". Il fine, sostengono i pentastellati, è "pubblicizzare, di fatto, il proprio operato mediante una distribuzione capillare -di cui ancora non conosciamo i costi- delle brochure e la diffusione -a pagamento in tv?- di un video che necessariamente risulteranno auto-propagandistici, in periodo di piena campagna elettorale”. Una scelta “non opportuna”, tanto più che le spese per brochure e video “saranno prelevate dal capitolo deputato al dipartimento Servizi alla persona, settore cultura”.

Dello stesso tenore la critica di "Una Verbania possibile", che in Consiglio comunale esprime i gruppi Sinistra&Ambiente e CittadiniConVoi: "Sappiamo già che l'attuale maggioranza non si scomporrà minimamente nello scoprire che soldi pubblici vengono utilizzati per la propria campagna elettorale, ma voi cittadini? Cosa ne pensate? Noi siamo convinti che Verbania meriti di meglio, più oculatezza, più trasparenza più responsabilità".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.