1

s vittore

VERBANIA – 09.01.2019 – Un po’ di colore

per la facciata e i muri perimetrali della basilica di San Vittore. È questo l’ultimo ambizioso obiettivo del parroco don Costantino Manea, che dal 2015 a oggi ha avviato importanti e onerosi lavori di restauro all’edificio di culto che hanno rimesso a nuovo la cupola esaltando tutti gli affreschi interni. Quell’opera non è ancora finita, e non solo all’interno dove mancano da recuperare le cappelle laterali, lasciate al futuro e, soprattutto, a una disponibilità economica che ancora non c’è. C’è tutta la parte esterna che attende una sistemata, dalla facciata alle pareti che un tempo erano colorate di una gradazione di ocra che si nota ormai solo in alcuni angoli. I muri sono stati già rilevati l’anno scorso durante un progetto di alternanza scuola/lavoro che ha coinvolto il Collegio dei Geometri del Vco e gli studenti del “Ferrini”, ma domani saranno sottoposti a un dettagliato rilievo eseguito con i droni allo scopo di verificare lo stato di conservazione delle mura. Solo così si potrà progettare il restauro conservativo esterno, per poi andare alla ricerca dei fondi necessari per attuarlo.

Intanto all’interno proseguono i lavori di smontaggio degli ultimi ponteggi della seconda fase dei restauri. Termineranno entro fine mese e libereranno definitivamente la navata centrale.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.