1

maggiore spiaggia bar

VERBANIA - 03.01.2019 - Il bar del teatro rimborsa la bolletta a Verbania. 

Gli ultimi giorni del 2018 hanno visto il Comune mettere all'incasso i 7.665 euro di valore della corrente elettrica utilizzata nel 2018 dai titolari del bar del "Maggiore". Nella primavera del 2017 il consorzio Giemme - Gestione Multiservice di Milano vinse la gara d'appalto per la decennale gestione di bar e spiaggia, offrendo 169.500 euro di investimenti (compreso il ristorante, ancora al palo nonostante gli obblighi contrattuali) e accettando il canone d'affitto complessivo di 440.000, di cui 10.000 per i primi due anni. Le utenze erano a carico di Gm, che però in due anni non ha mai volturato il contratto del contatore. Il Comune, che ha lasciato correre, ha quindi pagato di tasca sua tutte le utenze (l'energia elettrica è l'unica fonte di alimentazione essendo la struttura sprovvista di impianti a gas metano). Almeno finora, perché nel bilancio 2018 è stata inserita una voce ad hoc che il competente ufficio ha provveduto a riscuotere. 

Una situazione, questa, che sottolinea e stigmatizza il consigliere comunale del Gruppo Misto Stefania Minore, rappresentante politica del movimento Grande Nord. “Nel giugno del 2018 - afferma Minore in un comunicato stampa - avevo denunciato pubblicamente la scoperta riguardante i consumi di energia elettrica del bar del teatro. Accadeva, infatti, fin dalla primavera del 2017, che i gestori dello stesso non pagassero le bollette dell’elettricità, poiché intestate al Comune. Ricordo di aver ribadito il danno erariale durante il Consiglio comunale del 7 giugno 2018, ma il sindaco aveva negato. Ora sono soddisfatta che grazie alla mia denuncia pubblica si sia arrivati alla parziale restituzione del debito. Infatti è stata accertato il rimborso delle utenze del bar del Centro eventi per 7.665 euro. Dispiace leggere, però, che nella determina (la n° 2426) si faccia riferimento solo al 2018, mentre la gestione del bar risale al 28 marzo 2017 e dispiace constatare che l’Amministrazione non abbia imparato dagli errori precedenti".

Per Minore questo caso non è l'unico. "Avevo già denunciato casi simili, per esempio quello riguardante i consumi dell’acqua delle piscine comunali, e in quell’occasione mi era stato garantito dal dirigente che avrebbe provveduto a volturare tutte le utenze a nome dei gestori. Invece così non è stato - conclude -. Auspico che si proceda a volturare altre utenze che mi risulta siano ancora in capo al Comune in altre attività e che si recuperi anche il periodo dei consumi del 2017 di energia elettrica e dell’acqua relativi al bar del teatro”.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.