1

polistirolo

GHIFFA – 02.01.2019 – Una distesa di polistirolo

portato dalle acque del lago e “spiaggiato” alla darsena Baj. La foto che pubblichiamo, scattata oggi, segnala l’inquinamento in corso a Ghiffa, nell’arenile dove domenica, giorno dell’Epifania, si terrà il classico cimento invernale. Il materiale inquinante, che è stato portato dal forte vento spirato sul Verbano in questi giorni, è polistirolo. La provenienza è ignota, ma non è azzardato pensare che si tratti degli “scarti” del porto turistico di Pallanza affondato nell’ottobre 2013. La vigilia di Natale, infatti, uno degli ultimi moli superstiti e rimasti in acqua, s’è distaccato finendo alla deriva e liberando, appunto, il polistirolo di cui sono composti i galleggianti. Questa deduzione è avvalorata dal fatto che già cinque anni fa, nei giorni successi l’inabissamento del porto pallanzese altri scarti erano giunti a Ghiffa, portati dalla medesima corrente.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.