1

botti illegali 550

VCO - 31.12.2018 - Quattro testimonial d'eccezione per la Polizia di Stato contro i botti di Capodanno: si tratta di Lillo & Greg e della ritrovata coppia Boldi - De Sica. In attesa del countdown per i festeggiamenti dell´ultimo giorno del 2018, la Polizia di Stato anche quest'anno s'è fortemente impegnata nella campagna d´informazione e sensibilizzazione sull´uso corretto e consapevole dei fuochi artificiali.
Gli attori chiamati a testimoniare nei tre spot presenti sulle piattaforme social della Polizia di Stato, mandano un messaggio forte contro l´utilizzo dei fuochi illegali che può provocare anche gravi danni fisici. Lo ricorda, in uno degli spot lo stesso De Sica, che qualche anno fa ha gravemente compromesso un occhio proprio a causa di un petardo. L'infortunio lo ha visto per nove volte sotto i ferri del chirurgo.
Negli ultimi 5 anni, anche grazie alle campagne della Polizia di Stato sui "botti", non si sono registrati decessi durante la notte di Capodanno. Vi è stato tuttavia un incremento del numero dei feriti, soprattutto a causa di armi da fuoco, durante i festeggiamenti del Capodanno scorso. Da 6 del 2017 sono passati ad 11 nel 2018.
E´ tra i minori che si registra un implemento del dato complessivo dei ferimenti: 50 rispetto ai 48 dell´anno precedente.
Ancora una volta gli episodi più gravi devono essere ricondotti all´uso sconsiderato di prodotti pirotecnici illegali nonché all´uso improprio di armi da fuoco.
Nei giorni che precedono le festività e i festeggiamenti di fine anno le Forze dell´Ordine sono impegnate a controllare e a sequestrare il materiale pericoloso e non conforme alla normativa vigente.

Per vedere gli spot:

http://www.poliziadistato.tv/c_tBqlLXAVJI

http://www.poliziadistato.tv/c_mFSDR3Ibe6

http://www.poliziadistato.tv/c_RREw6LFlN2

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.