1

gdf mar

LAVENO M. – 28.12.2018 – Partigiano e finanziere,

insignito del titolo di cavaliere e premiato con la medaglia d’oro della Liberazione. Sono stati il suo impegno nella Resistenza e il suo attaccamento alla divisa e al lavoro della Guardia di finanza gli elementi che hanno contraddistinto la vita di Golfredo Chinzi. Il maresciallo maggiore aiutante delle Fiamme Gialle che per tanti anni ha prestato servizio alla Compagnia di Verbania s’è spento il giorno di Santo Stefano nella sua abitazione di Laveno Mombello e il suo funerale è stato celebrato oggi nella città lombarda. Aveva 89 anni e, nonostante fosse in pensione da un pezzo, aveva mantenuto i legami con Verbania, dove era tuttora iscritto all’associazione dei finanzieri in congedo. Sulla sponda piemontese le sue frequentazioni erano quotidianamente e solo in tempi recenti, con l’incedere dell’età, le ha diradate. Originario di Castelfranco Emilia, in provincia di Modena, da giovanissimo aveva preso parte alla Resistenza, che ha raccontato spesso agli studenti o in incontri pubblici. Questa sua appartenenza gli è valsa, nel 2017, la Medaglia d’oro per la Liberazione, consegnatagli dal prefetto di Varese Giorgio Zanzi. Nel 2003, invece, aveva ricevuto l’onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica italiana. Lascia la moglie e una figlia.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.