1

merlo m gen

VERBANIA – 28.12.2018 – Il West Nile virus

è arrivato anche nel Verbano Cusio Ossola. L’estate del 2018 passerà alla storia anche come la stagione che ha visto il diffondersi, nel nord Italia, del Wnv, una malattia tropicale caratterizzata da un virus, individuato per la prima volta in Uganda, che può provocare febbre, nausea, mal di testa e, nei casi più gravi –pazienti a rischio– anche meningite. L’uomo è l’ultimo destinatario del virus, che riceve tramite punture di zanzare che in precedenza hanno a loro volta punto animali infetti, equini o uccelli. E proprio due uccelli rinvenuti morti nei mesi scorsi in provincia hanno testimoniato come il Wnv sia arrivato anche nel Vco. Gli esami ai quali sono stati sottoposti un astore (uccello rapace) trovato in piazza San Vittore a Intra e un merlo a Pallanzeno hanno rivelato l’infezione. Ciò non significa che vi è stato contagio umano e che la malattia è diffusa tra le persone, ma è comunque il segnale che in futuro potranno verificarsi anche in zona casi di questa malattia.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.