1

admo

VERBANIA – 25.12.2018 – Il regalo di Natale più bello,

un grande gesto di solidarietà fatto col cuore, l’ha dato ma allo stesso tempo l’ha ricevuto. È la consapevolezza di aver aiutato un’altra persona –e non importa se sconosciuta– e di averle dato la speranza di una vita migliore, il gesto che una diciannovenne del basso Verbano ha compiuto nei giorni scorsi. La giovane, una ragazza dalla vita normale, studentessa che pratica lo sport a livello agonistico, tempo addietro aveva partecipato a un evento di promozione della donazione del midollo osseo, incontrando i responsabili dell’Admo del Vco. E, decidendo di iscriversi, aveva prestato il consenso alla tipizzazione. Al prelievo di un campione di Dna è seguito il censimento nella banca dati genetica. Il resto l’ha fatto l’informatica, segnalandola come donatore compatibile per un paziente che aveva bisogno di trapianto. La chiamata l’ha trovata pronta e settimana scorsa la ragazza è andata in ospedale per la procedura medica dell’aferesi. Dopo una cura farmacologica di cinque giorni che ha stimolato la produzione di cellule staminali e il loro ingresso nel sistema circolatorio, i medici le hanno prelevato il sangue, l’hanno passato in una centrifuga che ha estratto le staminali e gliel’hanno re-iniettato. Una procedura poco invasiva, durata qualche ora, che ha permesso di somministrare le cure indispensabili a una persona gravemente malata. Un gesto di solidarietà molto apprezzato e che il presidente di Admo Vco, Augusto Quaretta (a sua volta in passato donatore di midollo osseo), sottolinea come testimonianza del messaggio della donazione. “È bastato poco per fare tanto – dice –. Questa è la 53esima donazione promossa attraverso l’Admo del Vco. È un numero molto alto se rapportato alla popolazione e al numero di iscritti. Il nostro auspicio è che sempre di più seguano il suo esempio”.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.