1

tribunale vb esterno

VERBANIA – 05.11.2018 – “Vidi più volte tre colleghi

che timbravano per gli altri, dissi loro di smettere e li avvisai che non avrei più tollerato questi comportamenti. A quel punto andai dalla Guardia di finanza e li denunciai”. Così Maurizia Grattarola, dipendente regionale in servizio a Villa San Remigio, diede il la all’indagine che ha portato sei persone a giudizio e che ha innescato il caso dei “furbetti del cartellino”, il cui processo di primo grado è alle battute finali.

Dalle Fiamme Gialle andò nei primi mesi del 2013 e, da allora, il clima negli uffici s’è fatto più pesante, con altri esposti e un procedimento per diffamazione già aperto dal giudice di pace. “Al rientro dalle vacanze di Natale trovai una piuma di uccello insanguinata sulla scrivania – ha raccontato al giudice Raffaella Zappatini –. Mi spaventai e presentai un primo esposto contro ignoti”. L’indagine sull’assenteismo divenne, almeno nell’ambiente dell’ufficio, di dominio pubblico e non piacque a tutti. “Mi sentivo emarginata, nessuno mi parlava e di furono altri spiacevoli episodi”. Uno di questi è la lettera, spedita nel marzo del 2015 agli uffici centrali della Regione, in cui sette colleghi e un’addetta alle pulizie misero per iscritto, nero su bianco, alcune considerazioni ritenute diffamatorie. Scrissero che si sentivano osservati, spiati anche col binocolo dagli uffici del piano rialzato, che al rientro in ufficio trovavano scrivanie e cassetti spostati, e che erano stati canzonati e dileggiati, anche minacciati e provocati, dalla collega. Per quella lettera sono a giudizio Marilena Rossi (l’unica non dipendente della Regione), Viviana Galli, Gian Carlo Gesualdo e cinque degli imputati del processo: Maria Grazia Bacchetta, Delia Gagliardi, Daniela Sana, Dino Caretti e Claudio Suman. Nella prima udienza è stato chiesto un rinvio per approfondire la possibilità che con Grattarola, costituita parte civile, si possa trovare un accordo per il risarcimento e la remissione della querela.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.