1

tribunale9

VERBANIA – 04.11.2018 – La discussione

con la maestra avvenne in corridoio e si chiuse in maniera fisica, con la mamma che afferrò il bavero della giacca dell’insegnante strattonandola per due volte e facendola anche finire contro la parete. Per questo fatto, avvenuto nel febbraio del 2017 in un istituto comprensivo ossolano, una donna di 46 anni è stata rinviata a giudizio dal tribunale di Verbania con l’accusa di lesioni aggravate. L’aggravante non è tanto la prognosi del “trauma distruttivo cervico-spalla” diagnosticato dal medico e guaribile in 28 giorni, quanto il fatto che in quel momento la maestra, una donna di 47 anni, rivestiva un incarico equiparato a quello di un pubblico ufficiale. Per questa ragione, pur avendo chiesto scusa e accordato un risarcimento in cambio della remissione della querela, il processo è andato avanti in quanto procedibile d’ufficio e s’è chiuso con la mamma che ha patteggiato 2 mesi e 20 giorni.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.