1

pioggia intra

VERBANIA - 28.10.2018 - L'agenzia regionale per la protezione ambientale ha diramato l'allerta arancione per il VCO. Il rischio è di allagamenti, innalzamento dei corsi d’acqua fino al livello di guardia e diffuse frane superficiali sull'intero settore settentrionale della regione.
Il vento forte che accompagna la perturbazione potrà determinare anche caduta di alberi, danni alle coperture e disagi alla viabilità. Con l'avviso anche la Protezione civile del VCO è in pre-allerta, con il raddoppio dei turni di reperibilità dei volontari. Il Comune di Verbania ha attivato la sala di protezione civile.  

La situazione tende al peggioramento. Il nuovo impulso di correnti molto intense e umide da sud determina dalla serata precipitazioni diffuse e persistenti. Particolarmente colpite - dice Arpa - saranno la zona del Verbano, Alto Vercellese e Novarese, Biellese e Canavese dove le piogge saranno a carattere continuo. La quota neve sarà al di sopra dei 2000-2100 m e diminuirà solo nella serata di lunedì fino ai 1500-1600m.
Dalla serata di domani i fenomeni tenderanno ad attenuarsi, per poi esaurirsi nella notte, ad eccezione delle zone più settentrionali, dove le piogge si protrarranno fino alla mattina di martedì.

Il pericolo principale giunge dunque dall'ingrossamento dei corsi d'acqua: il torrente Strona, a Gravellona, alle ore 13 era a quota 2.14, solo 6 centimetri alla prima soglia di allerta (posta a 2.20). Le caratteristiche del torrente hanno portato il sindaco Giovanni Morandi ad avvisare la cittadinanza tramite Fb di non avvicinarsi, prudenzialmente, al corso d'acqua.
 A Santino, il San Bernardino, dopo essere arrivato a 5.32 è ridisceso a 4.76 alle ore 14 (soglie codice allerta 6.6) tuttavia il perdurare delle piogge ne fa un altro osservato speciale. A Pallanza, dove alle ore 14 l'idrometro segnava 104 millimetri di pioggia (ogni millimetro equivale a un litro s'acqua per metro quadrato) il lago segna una marcata risalita, alle 14 era a 3.38 mt sullo zero, solo nei giorni scorsi i valori erano negativi. Stando all'idrometro di Sesto Calende, da ieri a oggi il lago ha recuperato 43 centimetri, una quantità d'acqua enorme, considerando che ad ogni centimetro corrispondono 2miliardi e 100milioni di litri. Solo questa mattina alle ore 9 il livello era a 4.9 centimetri, alle 15 aveva recuperato poco meno di 16 centimetri (20.7).

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.