1

maggia1

STRESA - 12.10.2018 - Cinque siti in lizza

per ospitare il nuovo Maggia: c'è tempo sino alla fine del mese per decidere, sentito il parere dei tecnici. E' quanto emerso  ieri sera dall'incontro svoltosi al Comune di Stresa tra Regione, Comune, Provincia del VCO, direzione scolastica del Maggia, l’ufficio scolastico provinciale e l’associazione Hospes.
Il Comune di Stresa ha ribadito la volontà di trovare una soluzione che mantenga sul suo territorio la nuova sede dell'alberghiero. "Questa volontà deve concretizzarsi con la verifica della fattibilità delle tre ipotesi di insediamento proposte dal Comune stesso", afferma la nota del vicepresidente Aldo Reschigna. I tre siti sarebbero: il Forlano (progetto del 2012), l'area Campetti (sotto il Rosmini, progetto del 2006) e l'ultima ipotesi, ovvero al realizzazione dell'istituto dai padri Rosminiani. le due ipotesi "fuori comune" sarebbero invece Baveno (Oltrefiume) e un'area non distante dal costruendo Palasport di Gravellona. "Tutti i soggetti partecipanti, nel ribadire l’importanza dell’istituto alberghiero, hanno concordato sulla necessità di affrontare in modo serio e positivo quest’ultima fase del confronto, in modo da evitare  che le diverse valutazioni espresse nelle scorse settimane possano mettere in secondo piano l’importanza e il ruolo dell’istituto alberghiero e la realizzazione della nuova sede", afferma Reschigna.
Si è così convenuto che entro dieci giorni i tecnici della Provincia e quelli del Comune di Stresa definiscano griglie di valutazione che mettano in evidenza  le positività e le criticità delle tre aree stresiane sotto i profili di: investimento finanziario, tempistica di realizzazione, accessibilità da parte dei servizi di mobilità e la fruibilità scolastica.
Parallelamente un analogo lavoro verrà svolto  dai tecnici provinciali con i tecnici dei Comuni di Baveno e Gravellona Toce che hanno avanzato alla Provincia due proposte di insediamento  per la nuova sede del Maggia.

"Al termine di questo lavoro, che dovrà essere completato in non più di 10 gironi, gli elementi di forza e debolezza rappresentati da ciascuna ipotesi dovranno portare a una decisione chiara e definitiva sul luogo in cui sorgerà il nuovo istituto alberghiero Maggia - conclude la nota di Reschigna -. Fermo restando che priorità dovrà essere data a ipotesi fattibili nella città di Stresa, le analisi  parallele derivano dalla assoluta necessità di non dilazionare ulteriormente i tempi per dare una risposta certa ai fabbisogni della scuola. Per questo vengono prese in considerazione contemporaneamente tutte le ipotesi rappresentate dai singoli Comuni. L’obiettivo e l’impegno delle parti sono di arrivare a una soluzione definitiva entro questo mese di ottobre".

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.