1

Mondolfo

GHIFFA - 10.10.2018 - Si terranno domani,

giovedì ore 14, nella chiesa di San Maurizio di Ghiffa, i funerali di Franco Mondolfo, 91 anni, deceduto ieri all'Eremo di Miazzina, dov'era ricoverato da tempo.
Con Mondolfo scompare una figura centrale della storia industriale di Ghiffa e di tutto il Verbano. A lungo "modellista" al cappellificio Panizza, quando dopo 100 anni, nel 1986, lo stabilimento sul lungolago cessò la sua attività, Mondolfo si attivò, assieme ad altri cappellai, perchè la memoria di ciò che era stata la prestigiosa produzione esportata in tutto il mondo non andasse persa. Fu così che, recuperando vecchi macchinari, forme, modelli, feltri, copricapo, manifesti pubblicitari nel 1992 nacque il Museo dell'Arte del Cappello del quale Mondolfo, finché le condizioni di salute glielo hanno consentito, s'è sempre occupato. Ascoltarlo mentre raccontava ai visitatori del Museo o alle scolaresche, il procedimento che dal pelo di coniglio o di lepre porta alla realizzazione del feltro, e alla "magia" di quel materiale dalle strabilianti virtù; era una vera e propria immersione nella storia locale, nel quotidiano della fabbrica che per un secolo ha portato il nome di Ghiffa e del lago Maggiore sulle "migliori teste" del mondo. Una storia di lavoro e di abilità che Mondolfo aveva raccontato anche in un libro "Tanto di cappello. Il copricapo da uomo nella sua storia. I materiali. La lavorazione. Il museo verbanese" edito da Alberti nel 1997.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.