1

facciata palazzo Lascaris 011

TORINO - 09.10.2018 - Più poteri e competenze,

soprattutto per questioni transfrontaliere e per fornire servizi previdenziali e di assistenza alla popolazione che invecchia. Sono, queste, alcune delle istanze che la Regione Piemonte avanzerà al governo nel percorso di autonomia differenziata (la stessa già ottenuta da Veneto e Lombardia) il cui iter è iniziato nelle scorse settimane nella Commissione Bilancio di Palazzo Lascaris. A illustrarle oggi è stato il vicepresidente piemontese Aldo Reschigna, che ha anche anticipato la possibilità che a chedere un parere di legittimità alla Corte di giustizia dell’Unione europea sull'autonomia differenziata potrebbe essere lo stesso ente. La Commissione -che ha concluso l’illustrazione delle richieste e ha anche licenziato a maggioranza il Programma 2018 di Ires- è comunque ancora aperta a valutare le proposte dei gruppi consiliari.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.