1

fiaccola

VERBANIA – 07.10.2018 – Quando, nel luglio del 1948,

percorse l’Europa fumante ancora delle macerie della seconda guerra mondiale, fece risuonare fortissimo il suo messaggio di pace universale. Ora, a 70 anni di distanza, la fiaccola olimpica di Londra ’48 che in quell’anno attraversò il Novarese da Castelletto Ticino al passo del Sempione, tornerà sul territorio, custodita nella teca realizzata dal Panathlon club Mottarone. A riceverla in dono è stata il vicepresidente del club, Adriana Balzarini, che l’ha avuta da Maria Gabriella Ripa di Meana, figlia del generale dei carabinieri Umberto, colui che la scortò e l’ebbe indietro conservandola alla stregua d’un cimelio di famiglia. La consegna ufficiale avrebbe dovuto avere un protocollo particolare ed essere celebrata con un evento pubblico, ma problemi di salute di Ripa di Meana – che da bambina visse per alcuni anni a Verbania – hanno modificato il programma dell’evento. La fiaccola sarà comunque l’ospite d’onore della cena conviviale che il Panathlon terrà domani sera al ristorante da Cicin di Casale Corte Cerro.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.