1

gravelloan maggia

GRAVELLONA TOCE - 05.10.2018 - Tutti vogliono il Maggia,

tranne (dice la Provincia) Stresa, che lo ospita da sempre. E così mentre l'ente provinciale, davanti al temporeggiare dell'Amministrazione stresiana valuta l'ipotesi Baveno, e l'aspirante candidato sindaco di Verbania Giandomenico Albertella fa presente la disponibilità del collegio Santa Maria e all'orizzonte si profila (più come minaccia che come fatto concreto) la possibilità che il presitiogo istituto alberghiero cambi addirittura provincia andando all'ex De Filippi di Arona, ecco spuntare un'ultima proposta. Ad avanzarla è il sindaco di Gravellona, Giovanni Morandi, che nel nome di un "dovere di solidarietà su scala provinciale per la soluzione di una situazione che sta diventando davvero complicata" si propone con un terreno comunale che potrebbe rappresentare "una soluzione molto interessante  sul territorio di Gravellona Toce".
Morandi ribadisce tuttavia che la soluzione migliore sarebbe quella sull’area dello stadio Forlano di Stresa, "che consentirebbe il maggior risparmio in termini di tempo, avendo già le necessarie autorizzazioni, mentre qualsiasi soluzione alternativa aprirebbe nuovi scenari per i quali sarebbero quanto meno necessari tempi più lunghi per l’adeguamento del progetto e per le eventuali autorizzazioni". Ma qualora il Comune di Stresa non confermasse in tempi rapidi la disponibilità dell’area, ecco che tra i vari scenari potrebbe aprirsi quello di Gravellona Toce.
I vantaggi? Un'area disponibile di proprietà comunale con una superficie complessiva di circa 40.000 m.q. totalmente pianeggiante con tanto di conformità urbanistica rispetto al PRGC e assenza di vincoli paesaggistici. Il terreno si trova in una posizione baricentrica rispetto a tutte le modalità di trasporto, con l'autostrada  e la stazione della linea Novara-Domodossola a poche centinaia di metri, e a circa 3 km dalla stazione sulla linea Milano-Domodossola, è inoltre perfettamente raggiungibile da numerose linee di bus.
Inoltre, evidenzia Morandi nella lettera di proposta inoltrata al Tecoparco, l'area è già totalmente urbanizzata e in aggiunta ci sarebbe la possibilità di utilizzo del palazzetto provinciale dello sport quale palestra dell’Istituto, con un risparmio dell’intero costo di costruzione e la contestuale possibilità di ottimizzare l’utilizzo della struttura.
"L’insieme di questi aspetti - conclude il sindaco tocense - renderebbe sicuramente più veloce la procedura di adattamento del progetto già esistente e non essendoci particolari problematiche legate ai vincoli anche le necessarie autorizzazioni sarebbero molto rapide".

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.