1

fossoli

CANNERO R. - 07.10.2018 - L’Anpi sezione Alto Verbano organizza

due giornate dedicate al campo di concentramento e di transito di Fossoli, in ricordo di Antonio Manzi, partigiano deportato e ucciso il 12 luglio 1944. Il campo di Fossoli, situato a pochi chilometri da Carpi (Modena) fu allestito dagli italiani nel 1942 e successivamente utilizzato dalla Repubblica Sociale Italiana e dalle SS come campo di concentramento e transito. Dal campo partivano ebrei e oppositori politici per la deportazione in Germania, tra i quali anche Primo Levi. Nel campo di Fossoli fu internato Manzi, partigiano operante nella Bergamasca, dopo essere stato arrestato. Fu fucilato il 12 luglio 1944 nella rappresaglia effettuata dai tedeschi nel poligono di tiro a segno di Cibeno (a pochi chilometri da Fossoli), nella quale furono uccise 67 persone.
Il ricordo di Manzi si terrà sabato prossimo alle 14,30 nella sala comunale. Interverranno Luisa Mazzetti, presidente provinciale dell'Anpi; Matteo Giorgetti, storico Casa della Resistenza; Elena Antonia Magnini, nipote di Antonio Manzi. Domenica 28, invece, l'Anpi organizza una visita al Campo di Fossoli e al Museo del deportato di Carpi. La partenza è prevista con pullman da Cannobio alle 6 e rientro in serata. 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.